Esordio Ufficiale Sanremo Rugby u6 u8 u10

I piccoli del Sanremo Rugby ruggiscono.

Niente scherzi, si fa sul serio e Sanremo si affaccia sul popolare mondo del rugby, con concretezza!

Anni ed anni di attesa, poi nel 2009 nasce il Sanremo Rugby, vera realtà ovale cittadina, società che oggi fornisce anche un buon nerbo della grande franchigia ovale del Ponente ligure, la Union Riviera.

E così arrivano i bambini a Sanremo, seguiti da uno staff di tecnici con licenza federale.

Gli allenamenti sul campo di Pian dei Cavalieri, il mercoledì dalle 17.30 alle 19.30 danno i loro frutti e finalmente una decina abbondante di bimbi hanno partecipato al loro primo concentramento ufficiale.

Giorno programmato, 6 aprile, scenario : Campo Pino Valle di Imperia.

I bimbi di Sanremo, di età diverse, sono stati schierati assieme ai bambini di Imperia (vedi alla voce “niente campanilismi”) nelle categorie under 6, under 8 e under 10 e hanno contribuito alle vittorie di quella che ormai è una vera e propria Riviera Rugby School.

I valori sportivi e umani, sono questi.

Hanno esordito con merito, tra gli altri, i piccoli leoncini: Stefano, Mattia, Emilio, Mattia, Francesco, Emanuele, Mattia, Marco.

Sul campo c’erano inoltre tre degli allenatori sanremesi, Edmondo, Mirko e Diego, oltre alla presenza della dirigenza, Emanuele, Livio e Flavio.

Tra le altre cose è stato premiato da Giovanni Lisco in veste di “delegato provinciale Fir”, un bimbo di Sanremo, Stefano Ravotti, under 6 che ha ricevuto una medaglia come “più piccolo del torneo”.

La data di esordio ufficiale dei piccoli è molto importante per i vertici societari e per i grandi valori che tengono a trasmettere ai propri giocatori : 6 Aprile 2014, quinto anniversario del terremoto a L’Aquila, città rugbistica quant’altri mai.

Non a caso il logo del Sanremo Rugby, nata nel 2009 (anno del sisma) prevede una banda neroverde, colori aquilani.

Non a caso il carisma aquilano è ciò che contraddistingue la realtà rugbystica Sanremasca.

Non a caso si ricorda sempre nel mondo ovale la perdita di giovani giocatori nel sisma, come il pilone Sebastiani e il grande impegno della società locale nello sgombero dell’ospedale: del resto chi alza 100 e passa chili in touche (la rimessa laterale), alza anche carrozzelle, letti e macerie.

Non a caso il rugby oltre a formare il fisico, forma i valori, forma l’uomo.

È in fondo questo il tacito accordo del giocatore di rugby, quello di accorrere dove è necessario, dove forza ed acume si rendono utili.

Anche a Sanremo accade questo, ora.

Appuntamento rinnovato a tutti il mercoledì e il venerdi dalle 17:30 al campo sportivo Pian dei Cavalieri, al Borgo. 

Top