Province U20 battono il Cuneo: Biancoazzurri OK

Impegno in casa in quello disputato domenica 24/02 al campo Pino Valle di Imperia per la “franchigia”delle Province dell’Ovest U20, la quale ricordiamo ancora una volta è formata da giocatori del Sestri, del Sanremo Rugby e dell’Imperia. Avversario di turno: il Cuneo, arrivato in Riviera con una posizione di classifica non coerente con il gioco fin qui espresso, ma causata da diversi punti di penalizzazione inflittigli sin dai nastri di partenza del campionato.

E’ partita dura, nelle Province decimate dagli infortuni mancano gli accademici e diversi biancoazzurri; molti dei giocatori impiegati non sono al meglio, i due reparti, mischia e trequarti sono da reinventare. Per i leoni matuziani partono dal primo minuto Trucco Tommaso e Orsi Gianluca in seconda linea, Capelli Diego come primo centro e Mollo Lorenzo da estremo; Tironi Tommaso e Battistotti Giacomo partono dalla panchina ma tengono i motori caldi, Piana riassapora il gruppo scaldandosi con i compagni, ma poi si accomoda in tribuna con la dirigenza.

Prime battute equilibrate, dove si alternano attacchi verso entrambe le linee di meta, in mischia e in touche non ci sono domini; Poggio arcigno mediano di mischia levantino, rompe gli indugi e uscendo da una fase statica porta i suoi in vantaggio. Da qui in poi si ergono sugli scudi i nostri biancoazzurri, Capelli prima e Mollo poi mancano di un soffio la meta, ma è solo rimandata di qualche minuto: Trucco ruba una touche dai 30 metri avversari, Ricca fa il breack crando spazio per l’inserimento di Capelli, il quale a sostegno con il giusto timing, mette a sedere un avversario con una finta e vola verso la meta schiacciando in tuffo.
Il primo tempo si chiude con il punteggio di 26 a 7 per le Province.
Esce un dolorante Capelli e subentra Battistotti; riparte il secondo tempo, coach Ricchebono chiede un gioco più fisico in zona 1, attacco di mischia, non facile per un team che fa del gioco al largo il suo credo ma si può fare, si deve fare.

Un altro paio di mete per le Province allargano il gap di punteggio, ma c’è un relax e non appena ci si rilassa nel rugby si viene subito puniti: meta trasformata per il Cuneo. Entra Tironi in seconda linea per un provato Trucco, Orsi passa in prima linea: torna in casa sua. Calcio di avvio e dopo un paio di punti di incontro ci pensa Battistotti a ristabilire le distanze marcando una meta di potenza in suo stile, a pochi metri dalla linea di meta carica a testa bassa e regala altri 5 punti ai suoi.
C’è ancora tempo per una meta trasformata del pur buon Cuneo, prima di poter fissare il punteggio finale sul 45-21 per i liguri con la prima posizione in classifica mantenuta in tranquillità.

Coach Ricchebono non è felice, brutta partita dei suoi, troppi individualismi, troppa volontà di fare meta con azione personale, nel rugby il singolo deve essere sempre al servizio della squadra.

Quanto ai biancoazzurri la “birra per il migliore in campo” va sicuramente a Lorenzo Mollo, il quale si è trovato subito molto bene nel ruolo di estremo ed ha saputo dare sicurezza a tutti i compagni di reparto.
C’è molta strada da fare per i leoni di Sanremo, ma la via sembra quella giusta !

Top